Bandi europei
 

Europe Direct Abruzzo Nord-Ovest

Centro di Informazione della Commissione Europea

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Page Bandi UE

Bandi europei

E-mail Stampa PDF

Politica agricola comune

Invito a presentare proposte — «Sostegno a favore di misure di informazione riguardanti la politica agricola comune (PAC)» per il 2018 

 

 

È stato pubblicato l’ Invito a presentare proposte “Sostegno a favore di misure di informazione riguardanti la politica agricola comune (PAC)” per il 2018

 

 

Obiettivo del bando è sensibilizzare l’opinione pubblica in merito all’importanza del sostegno dell’UE all’agricoltura e allo sviluppo rurale attraverso la PAC e collaborare con i portatori di interesse (soprattutto gli agricoltori e gli altri soggetti attivi nelle zone rurali) perché possano comunicare meglio la PAC alle loro circoscrizioni e al pubblico in generale.

 

 

Le azioni dovranno illustrare come la PAC contribuisca a realizzare le priorità politiche della Commissione europea, in particolare il contributo dato dalla PAC per:
- promuovere l’occupazione, la crescita e gli investimenti nelle zone rurali e il mantenimento di comunità rurali vitali in tutta l’UE,
- promuovere le conoscenze, l’innovazione e la digitalizzazione nel settore agricolo;
- migliorare la sostenibilità ambientale e la resilienza climatica;
- rafforzare il ricambio generazionale e il tessuto socioeconomico delle zone rurali;
- garantire un giusto compenso agli agricoltori della catena agroalimentare al fine di mantenere la redditività della produzione agricola europea e il futuro delle aziende familiari
- incoraggiare sane abitudini alimentari per bambini e adulti attraverso il consumo di alimenti di qualità prodotti in modo sostenibile e sicuro e il programma di distribuzione di prodotti agricoli nelle scuole dell’UE, in quanto importante contributo all’iniziativa per una vita sana della Commissione.

 

 

Il contributo finanziario per progetto potrà coprire fino al 60% dei costi diretti ammissibili, più un importo pari al 7% di tali costi a titolo di copertura forfetaria dei costi indiretti. Il contributo per progetto non può superare complessivamente i 500.000 euro.

 

L’attuazione delle azioni di informazione deve coprire un periodo massimo di 12 mesi e deve avvenire indicativamente fra il 1° maggio 2018 e il 30 aprile 2019.

 

Scadenza presentazione progetto: 15/12/2017

 

http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=uriserv:OJ.C_.2017.339.01.0007.01.ITA&toc=OJ:C:2017:339:TOC

 

 


Programma “Diritti, uguaglianza, cittadinanza”

 

Sul Portale dei partecipanti sono stati pubblicati i nuovi bandi per il 2017 relativi al programma “Diritti, uguaglianza, cittadinanza”. Il programma ha sostituito tre programmi che sono stati operativi nel periodo 2007-2013, ovvero i programmi specifici Daphne III e Diritti fondamentali e cittadinanza e le sezioni “Parità fra uomini e donne” e “Diversità e lotta contro la discriminazione” del programma Progress. Il programma intende contribuire al consolidamento di spazio in cui l’uguaglianza e i diritti delle persone, quali sanciti dai Trattati UE, dalla Carta dei diritti fondamentali dell’UE e dalle Convenzioni internazionali in materia di diritti umani, siano promossi e protetti.

 
- Bando REC-RDAT-TRAI-AG-2017 per la protezione della privacy e dei dati personali
Apertura: 20 settembre 2017
Scadenza: 11 gennaio 2018

- Bando REC-RGEN-PENS-AG-2017 per azioni mirate a contrastare il divario di genere lungo l’arco della vita (bando ristretto)
Apertura: 3 ottobre 2017
Scadenza: 22 febbraio 2018

 

Link ai bandi:  https://ec.europa.eu/research/participants/portal/desktop/en/opportunities/rec/calls/rec-ag-2017.html

 

 

 

Programma COSME 2014-2020

 

Cosme è il Programma per la competitività delle imprese e delle PMI, i cui obiettivi sono:

- facilitare l'accesso ai finanziamenti per le PMI;

- creare un ambiente favorevole alla creazione di imprese e alla crescita;

- incoraggiare una cultura imprenditoriale in Europa;

- aumentare la competitività sostenibile delle imprese dell'UE;

- aiutare le piccole imprese ad operare al di fuori dei loro paesi d'origine e a migliorare il loro accesso ai mercati.

 

Le azioni chiave del Programma sono:

-Accesso alla finanza per le PMI attraverso strumenti finanziari dedicati;

-Enterprise Europe Network: una rete di centri che offrono servizi alle imprese;

-Sostegno alle iniziative che favoriscono l'imprenditorialità;

-Accesso ai mercati: per il suporto alle PMI nei mercati al di fuori dell'Unione europea attraverso centri specifici e helpdesks.

Dotazione finanziaria del Programma: 2,3 miliardi di euro

 

Link ai bandi : http://ec.europa.eu/research/participants/portal/desktop/en/opportunities/cosme/index.html

 

 

PROGRAMMA HORIZON 2020

 

HORIZON 2020 è lo strumento di finanziamento della Commissione europea a favore della realizzazione di progetti di ricerca o azioni volte all’innovazione scientifica e tecnologica che portino un significativo impatto sulla vita dei cittadini europei.

CHI PUÒ PARTECIPARE:

Qualsiasi persona giuridica stabilita in uno Stato UE o in un Paese associato può partecipare ad un’azione indiretta purché soddisfi le condizioni minime di partecipazione. Sono ammissibili anche le organizzazioni internazionali.


Il programma è strutturato attorno a tre priorità strategiche:

 

     ECCELLENZA SCIENTIFICA

Questa priorità è orientata ad accrescere l’eccellenza della base di conoscenze scientifiche dell’UE per assicurare la competitività dell’Europa a lungo termine, con i seguenti obiettivi specifici:

a) sostegno alla ricerca di frontiera mediante il Consiglio europeo della ricerca (CER)
b) sostegno alle Tecnologie emergenti e future (TEF) promuovendo la ricerca collaborativa in nuovi e promettenti campi di ricerca e di innovazione
c) rafforzamento delle competenze, della formazione e dello sviluppo della carriera dei ricercatori attraverso le Azioni Marie Curie;

d) rafforzamento delle infrastrutture di ricerca europee promuovendo il loro potenziale innovativo e il capitale umano e migliorando la politica europea pertinente e la cooperazione internazionale.

 

LEADERSHIP INDUSTRIALE

Questa priorità intende fare dell’Europa un luogo più attraente per investire nella ricerca e nell’innovazione, con i seguenti obiettivi specifici:

a) consolidare la leadership nelle tecnologie abilitanti e industriali, fornendo un sostegno ad hoc alla RST nei seguenti ambiti: TIC, nanotecnologie, materiali avanzati, biotecnologie, tecnologie produttive avanzate, spazio;

b) migliorare l’accesso al capitale di rischio per investire nella ricerca e nell’innovazione;
c) fornire sostegno a tutte le forme di innovazione nelle piccole e medie imprese.

 

     SFIDE PER LA SOCIETA’
Questa priorità affronta direttamente le priorità politiche e le sfide sociali identificate  nella strategia Europa 2020, nei seguenti ambiti tematici:

(a) salute, cambiamento demografico e benessere;

(b) sicurezza alimentare, agricoltura sostenibile, ricerca marina e marittima, bio-economia;

(c) energia sicura, pulita ed efficiente;

(d) trasporti intelligenti, verdi e integrati;

(e) azione per il clima, efficienza delle risorse e materie prime;

(f) società inclusive, innovative e sicure.

 

Sono parte integrante del programma anche:

- Azioni dirette non nucleari del Centro comune di ricerca (CCR), le cui attività mirano a fornire un sostegno scientifico e tecnico integrato all’elaborazione delle politiche dell’UE.

- Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia (IET), con un ruolo cruciale nel combinare ricerca, istruzione e innovazione eccellenti per integrare il triangolo della conoscenza.

 

Risorse finanziarie disponibili: oltre 80 miliardi di euro.

L’ammontare delle risorse specificamente destinate alle tre priorità è il seguente: 
- priorità “Eccellenza scientifica”: 27,8 miliardi di euro;
- priorità “Leadership industriale”: 20,2 miliardi di euro;
- priorità “Sfide per la società”: 35,8 miliardi di euro.

 

 

Link ai bandi:   http://ec.europa.eu/research/participants/portal/desktop/en/funding/index.html

 

 

PROGRAMMA Europa CREATIVA

 

Europa Creativa è il programma europeo di sostegno per settori culturali e creativi per il periodo 2014-2020 e sostituisce i precedenti programmi Cultura, MEDIA e MEDIA Mundus.

I settori culturali e creativi rappresentano il patrimonio culturale europeo estremamente ricco e diversificato e svolgono un ruolo di particolare importanza in un momento in cui l'Europa si sforza di uscire dall'attuale crisi economica, aiutando a creare crescita e occupazione. Tuttavia, pur avendo registrato negli ultimi anni tassi di crescita superiori alla media in molti Paesi, questi settori devono far fronte a sfide e difficoltà particolari.

Con un budget complessivo di 1.462 miliardi di euro Europa Creativa:

  • Aiuta i settori culturali e creativi a cogliere le opportunità offerte dall’era digitale e dalla globalizzazione;
  • Permette ai settori culturali e creativi di raggiungere il loro potenziale economico, contribuendo alla crescita sostenibile, alla creazione di posti di lavoro e alla coesione sociale;
  • Facilita l’accesso dei settori culturali e creativi europei a opportunità, mercati e pubblici nuovi e internazionali.

Europa Creativa si compone di:

  • un Sottoprogramma MEDIA, per sostenere le iniziative del settore audiovisivo, quali quelle che promuovono lo sviluppo, la distribuzione e l’accesso alle opere audiovisive;
  • un Sottoprogramma Cultura, per sostenere le iniziative dei settori culturali, quali quelle che promuovono la cooperazione transnazionale, i network, le piattaforme e le traduzioni letterarie;
  • una Sezione Transettoriale, articolata in due parti: lo Strumento di Garanzia per i Settori Culturali e Creativi, gestito dal Fondo Europeo per gli Investimenti che diventerà operativo dal 2016, al fine di facilitare l’accesso al credito per le piccole e medie imprese del settore; il sostegno a studi, analisi, raccolta dati e progetti sperimentali per promuovere la cooperazione politica transazionale.

Gli obiettivi generali del Programma Europa Creativa sono:

  • Proteggere, sviluppare e promuovere la diversità culturale e linguistica europea;
  • Rafforzare la competitività dei settori culturali e creativi europei, al fine di promuovere una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.

Gli obiettivi specifici sono:

  • Sostenere la capacità dei settori culturali e creativi europei di operare a livello transnazionale e internazionale;
  • Promuovere la circolazione internazionale delle opere culturali e creative e la mobilità transnazionale degli operatori;
  • Rafforzare in modo sostenibile la capacità finanziaria delle PMI e delle organizzazioni del settore culturale e creativo;
  • Sostenere la cooperazione politica transnazionale per favorire lo sviluppo di politiche, l’innovazione, la creatività, lo sviluppo del pubblico, nuovi modelli imprenditoriali e di gestione.

Il programma sostiene anche iniziative che perseguono obiettivi simili, come le Capitali Europee della Cultura, il Marchio del Patrimonio Europeo, le Giornate Europee del Patrimonio e cinque Premi dell'Unione Europea.

 

 

BANDI ATTIVI:

 

CULTURA: BANDO EACEA 35/2017 PER PROGETTI DI COOPERAZIONE SUL 2018 ANNO EUROPEO DEL PATRIMONIO CULTURALE – scadenza 22/11/2017

 

CULTURA: BANDO EACEA 32/2017 PER PROGETTI DI COOPERAZIONE EUROPEA – scadenza 18/01/2018

 

MEDIA: BANDO EACEA 22/2017 - SOSTEGNO ALLO SVILUPPO DI SINGOLI PROGETTI DI PRODUZIONE - scadenza 23/11/2017

 

 

 http://eacea.ec.europa.eu/creative-europe/funding_en

 

 

PROGRAMMA Erasmus+ - bando generale 2018

Programma dell’UE a sostegno dei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport 

 

Per il 2018 il budget complessivo è stato aumentato a 2,4 miliardi di euro, e sono state introdotte alcune novità:

- per la prima volta potranno essere finanziati progetti "ErasmusPro" volti a favorire la mobilità a lungo termine all'estero degli studenti dell'istruzione e formazione professionale, compresi tirocinanti o neodiplomati;

- potrà essere finanziata una nuova tipologia di Partenariati strategici, ossia i "Partenariati di scambio di scuole" finalizzati ad aiutare le scuole a migliorare la loro capacità di lavorare in progetti di cooperazione.

Il bando è rivolto a qualsiasi organismo, pubblico o privato, operante nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport.

 

Di seguito le articolazioni del Programma:

 

AZIONE CHIAVE 1 - MOBILITÀ INDIVIDUALE AI FINI DELL’APPRENDIMENTO:

- Mobilità individuale nel settore dell’istruzione, della formazione e della gioventù;

- Diplomi di master congiunti

 

AZIONE CHIAVE 2 - COOPERAZIONE PER L’INNOVAZIONE E LO SCAMBIO DI BUONE PRASSI:

- Partenariati strategici nel settore dell’istruzione, della formazione e della gioventù

- Alleanze della conoscenza

- Alleanze per le abilità settoriali

- Rafforzamento delle capacità nel settore dell’istruzione superiore

- Rafforzamento delle capacità nel settore della gioventù

 

AZIONE CHIAVE 3 - SOSTEGNO ALLE RIFORME DELLE POLITICHE:

- Dialogo strutturato: incontri tra giovani e decisori politici nel settore della gioventù

 

ATTIVITÀ JEAN MONNET

- Cattedre Jean Monnet

- Moduli Jean Monnet

- Centri di Eccellenza Jean Monnet

- Sostegno Jean Monnet alle associazioni

- Reti Jean Monnet

- Progetti Jean Monnet

 

SPORT

- Partenariati di collaborazione

- Piccoli partenariati di collaborazione

- Eventi sportivi a livello europeo senza scopo di lucro

 

SCADENZE:

 

AZIONE CHIAVE 1

- Mobilità individuale nel settore dell’istruzione e formazione: 1 febbraio 2018

- Mobilità individuale nel settore della gioventù: 1 febbraio 2018; 26 aprile 2018; 4 ottobre 2018

- Diplomi di master congiunti: 15 febbraio 2018

 

AZIONE CHIAVE 2

- Partenariati strategici nel settore dell’istruzione e formazione: 21 marzo 2018

- Partenariati strategici nel settore della gioventù: 1 febbraio 2018; 26 aprile 2018; 4 ottobre 2018

- Alleanze della conoscenza: 28 febbraio 2018

- Alleanze per le abilità settoriali: 28 febbraio 2018

- Rafforzamento delle capacità nel settore dell’istruzione superiore e nel settore della gioventù: 8 febbraio 2018

 

AZIONE CHIAVE 3

Dialogo strutturato: incontri tra giovani e decisori politici nel settore della gioventù:

1 febbraio 2018; 26 aprile 2018; 4 ottobre 2018

 

ATTIVITÀ JEAN MONNET: Per tutte le azioni 22 febbraio 2018

 

SPORT: Per tutte le azioni: 5 aprile 2018

 

http://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/resources/programme-guide_it

 

 

 

 

PROGRAMMA DI COOPERAZIONE ENI CBC MED 

 

 

Si è aperto il 19 luglio il 1° bando per progetti standard relativi a ENI CBC MED, il programma di cooperazione transfrontaliera per le regioni che si affacciano sul Mediterraneo, sia dal lato UE sia dal lato del Nord-Africa, nel quadro di ENI, finalizzato a promuovere uno sviluppo economico, sociale e territoriale giusto, equo e sostenibile, favorevole all'integrazione transfrontaliera e che valorizzi i territori e i valori dei paesi partecipanti.

Altre regioni sono ammissibili in qualità di Adjoining Regions per l’Italia si tratta di: Molise, Abruzzo, Marche, Umbria,Emilia-Romagna, Piemonte.

 

Il bando finanzierà i progetti standard relativi al programma, che sono:
   A1    Imprese e sviluppo delle PMI

   A2    Sostegno all’istruzione, alla ricerca, allo sviluppo tecnologico e all’innovazione
   A3    Promozione dell’inclusione sociale e lotta contro la povertà
   B4    Protezione ambientale, adattamento e mitigazione del cambiamento climatico

 

La proposta progettuale deve essere presentata da un partenariato che coinvolga almeno 3 Stati ammissibili, dei quali almeno un Paese partner del Mediterraneo (MPC) e almeno un Paese UE. Il partenariato non può comprendere più di 3 partner di uno stesso Stato e non può prevedere in totale più di 7 soggetti.

Il bando beneficia di un budget complessivo di 84.668.413,86 euro, che saranno così ripartiti per priorità: circa 6,773 milioni per ciascuna delle priorità relative all’obiettivo tematico A1; circa 7,620 milioni per ciascuna delle priorità relative agli obiettivi tematici A2 e A3; circa 8,466 milioni per ciascuna delle priorità relative all’obiettivo tematico B4.

Il contribuito per progetto può coprire fino al 90% dei costi ammissibili, per un massimo di 3.000.000 euro; non saranno presi in considerazione progetti che richiedano un contributo inferiore a 1.000.000 euro. Il valore massimo di una proposta progettuale sarà di 3,5 milioni di euro.

L’allocazione delle risorse per progetto deve essere equilibrata fra le due sponde del Mediterraneo (almeno il 50% del budget deve essere allocato per attività da svolgersi sul territorio degli MPC). Una parte delle attività (fino a un massimo del 20% del valore del progetto) può essere realizzata al di fuori dell’area del programma, per esempio nelle Adjoining Regions a condizione che tali attività siano necessarie per i raggiungimento degli obiettivi del progetto e che la loro attuazione rappresenti un contributo all’attuazione del programma stesso.

Un progetto deve avere una durata prevista di 24/36 mesi.

 

 

Scadenza prorogata al 15 dicembre 2017

 

 

http://www.enpicbcmed.eu/enicbcmed-2014-2020

 

regione abruzzo - por fesr 2014/2020 

 

finanziamenti per le imprese dell'area di crisi vibrata-tronto-piceno 

 

 

La Regione Abruzzo ha pubblicato un bando per favorire la ripresa economica dell'area di crisi Vibrata - Tronto - Piceno, che comprende i comuni di Ancarano, Civitella del Tronto, Sant'Egidio alla Vibrata, Valle Castellana, Alba Adriatica, Colonnella, Controguerra, Corropoli, Nereto, Sant'Omero, Torano Nuovo, Tortoreto e Martinsicuro.

 

Il finanziamento disponibile, con ha una dotazione economica di 5 milioni di euro, a valere sulla linea di Azione 3.2.1 del POR-FESR Abruzzo 2014-2020, sosterrà progetti di investimento che, mediante realizzazione di nuovi prodotti, ammodernamento di un impianto o di un processo produttivo, consentano di ristabilire condizioni di equilibrio economico e sociale, nonché di riavviare i circuiti produttivi nell’area, contribuendo alla riqualificazione delle imprese in essa presenti e ad un riposizionamento competitivo, per favorire la salvaguardia e la riallocazione degli addetti nel tessuto produttivo.

 

l progetti d’investimento proposti dovranno prevedere, a pena d’esclusione, una spesa minima ammissibile pari a € 50.000,00.

 

Possono accedere ai contributi le micro, piccole e medie imprese (mPMI) iscritte nel registro delle imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura territorialmente competente, con codice ATECO 2007 prevalente/primario limitatamente ai settori riportati nell’Allegato A dell’Avviso. Tali imprese devono ovviamente avere sede in uno dei comuni sopra indicati.

 

Le domande di ammissione devono essere inviate esclusivamente, pena l’esclusione, in modalità elettronica a mezzo di apposita piattaforma informatica all’indirizzo internet  http://app.regione.abruzzo.it/avvisipubblici.

 

Scadenza - 22 novembre 2017 ore 12.00

 

Link al bando completo: https://urp.regione.abruzzo.it/ultime-notizie/577-aree-crisi

 

 

 

 

bando "app abruzzo - parti da te" 

formazione e finanziamento per le nuove imprese digitali

 

 

È operativo il nuovo bando regionale "App Abruzzo - Parti da te",  che agevola e finanzia il percorso imprenditoriale e formativo di disoccupati che vogliono dare vita ad un'applicazione digitale. Il bando può contare su una disponibilità finanziaria di 1,5 milioni di euro e verrà gestito dalla Fira, la finanziaria regionale. 

 

Il progetto APP Abruzzo si pone come obiettivo principale quello di supportare 45 partecipanti nell’avvio di imprese innovative ad alto contenuto tecnologico, attraverso un percorso in grado, da una parte, di sviluppare le loro competenze e qualificare le loro conoscenze e, dall’altro, di affiancarli nel processo di lancio vero e proprio della loro startup.

 

Il bando è rivolto a 45 soggetti che presentano un progetto imprenditoriale nel settore delle applicazioni mobili. I candidati devono possedere almeno uno dei seguenti requisiti, ovvero:
- essere in possesso di diploma di laurea secondo il vecchio ordinamento;
- essere in possesso di una laurea triennale o specialistica secondo il nuovo ordinamento;
- aver maturato un’esperienza lavorativa nel settore delle applicazioni mobili.

 


Oltre ad uno dei requisiti suesposti, i candidati devono altresì:
- essere residenti o domiciliati in Abruzzo;
- essere disoccupati o inoccupati.

 

Il beneficio concesso si articola in due modalità:

 

-un percorso formativo/accompagnamento di 400 ore

 

-erogazione contributo a fondo perduto con un importo massimo spettante a ciascun beneficiario pari ad Euro 17.770,00 (diciassettemilasettecentosettanta/00).

 

Per aderire al programma i disoccupati dovranno presentare la propria candidatura dal 13 novembre al 27 dicembre 2017 registrandosi sul sito www.appabruzzo.eu  attraverso una procedura guidata

 

Link al bando completo: https://urp.regione.abruzzo.it/ultime-notizie/588-bando-app-abruzzo-parti-da-te-formazione-e-finanziamento-per-le-nuove-imprese-digitali

 

 

 

 

Ente Ospitante

Europe Direct Contact Centre

Prodotti multimediali EDIC

Pubblicazioni

Links utili

Presidenza Bulgara Consiglio UE

Europa.eu

Lavorare in Europa

Corpo Europeo di Solidarietà

Servizio Volontario Europeo


English French German Russian Spanish

Cerca nel sito

Sondaggi EUROPE DIRECT

Efficacia dell'azione dell'UE

In quale delle seguenti politiche ritieni che l'Unione europea abbia agito con meno efficacia?

» GO_TO_POLL »
VOTESCHONVORBEI

jVS by www.joomess.de.

Archivio Sondaggi

Efficacia dell'azione dell'UE
In quale delle seguenti politiche ritieni che l'Unione...
144
Efficacia dell'azione dell'UE
In quale delle seguenti politiche ritieni che l'Unione...
464
Conoscenza del Corpo Europeo di solidarietà
È a conoscenza del Corpo Europeo di solidarietà,...
362
Cinque scenari sul futuro dell'Europa
Il Libro Bianco sul Futuro dell'Europa delinea cinque...
564
Fonti di informazione
L'informazione sull'attività dell'Unione Europea la...
541
Conoscenza dell'UE
Quanto ritiene di essere informato sull'Unione europea?
503

jVS by www.joomess.de.

EUROPE DIRECT 2.0

Studio Europa