PAC - quali riforme?
 

Europe Direct Abruzzo Nord-Ovest

Centro di Informazione della Commissione Europea

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Page

PAC - quali riforme?

E-mail Stampa PDF

Tre strategie per un approvvigionamento alimentare sicuro, un'agricoltura sostenibile, un ambiente più sano e uno sviluppo rurale migliore

La politica agricola comune (PAC) ha subito un'evoluzione nel corso degli anni, ma per far fronte alle nuove esigenze del mercato e alla crisi economica è necessaria un'ulteriore riforma.

Anche gli agricoltori svolgono un ruolo fondamentale, lavorando la terra con metodi che rispettano l'ambiente e fornendo ai consumatori prodotti di qualità a prezzi equi. Il loro ruolo giustifica pienamente il sostegno diretto che ricevono dall'UE, che ora la Commissione intende mettere a punto.

Gli obiettivi principali della riforma, stabiliti mediante consultazioni con i governi e le istituzioni dell'UE, gli agricoltori e i cittadini, sono garantire un approvvigionamento alimentare sicuro e sufficiente, favorire la gestione sostenibile delle risorse naturali e promuovere uno sviluppo equilibrato delle aree rurali.

Sulla base delle reazioni ricevute, la Commissione propone tre strategie per realizzare queste obiettivi dopo il 2013. La finalità comune è rendere la PAC più equa, efficiente ed efficace.

Le possibili riforme del sistema di pagamenti diretti agli agricoltori vanno da una distribuzione più equa fra i paesi dell'UE all'applicazione di una compensazione variabile in funzione delle azioni realizzate per proteggere l'ambiente.

Le misure di intervento sul mercato sono passate dal 92% del bilancio della PAC nel 1991 a solo il 5% di quest'anno ma la Commissione, con il sostegno dell'opinione pubblica, vorrebbe semplificare ulteriormente questo strumento tradizionale per migliorare il funzionamento della catena alimentare dall'azienda agricola fino alla tavola del consumatore.

La riforma dei programmi di sviluppo rurale potrebbe prevedere l'aumento dei finanziamenti per i progetti riguardanti i cambiamenti climatici, le risorse idriche, la biodiversità, le fonti energetiche rinnovabili e l'innovazione. In alternativa, potrebbe anche concentrarsi solo sui cambiamenti climatici e l'ambiente.

Attualmente è in corso un dibattito su queste opzioni, che sarà seguito da altre consultazioni pubbliche sugli approcci proposti. I risultati ottenuti e una valutazione d'impatto delle varie opzioni confluiranno nelle proposte legislative, che saranno presentate nel 2011, per poi entrare in vigore nel 2014.

Per saperne di più sulla PAC DeutschEnglishfrançais

 

Ente Ospitante

Europe Direct Contact Centre

Prodotti multimediali EDIC

Pubblicazioni

Links utili

Presidenza Consiglio UE Portogallo

Europa.eu

Lavorare in Europa

Corpo Europeo di Solidarietà


English French German Russian Spanish

Cerca nel sito

FLASH NEWS DALL'EUROPA

Sondaggi EUROPE DIRECT

Conoscenza dei diritti

Quale dei seguenti diritti di cittadino europeo vorresti conoscere meglio?

» GO_TO_POLL »
VOTESCHONVORBEI

jVS by www.joomess.de.

Archivio Sondaggi

Conoscenza dei diritti
Quale dei seguenti diritti di cittadino europeo vorresti...
749
Competenze UE
In quali delle seguenti materie vorresti che l'UE avesse...
762
Efficacia politiche europee
Quale delle seguenti politiche europee ritieni più...
744
Mezzi di comunicazione
Quale dei seguenti mezzi ritieni più efficaci per...
889

jVS by www.joomess.de.

EUROPE DIRECT 2.0

UÈ! che Podcast