Sisma: ecco gli strumenti dell'Ue per sostenere l'Italia
2 girls 1 cup

ED Contact Centre

Ente Ospitante

Partner

Enti aderenti

Prodotti multimediali dell'EDIC Teramo

Presidenza del Consiglio dell'UE a Malta

Links Istituzioni

Traduzione Automatica

English Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch Finnish French German Greek Hindi Italian Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Catalan Filipino Hebrew Indonesian Latvian Lithuanian Serbian Slovak Slovenian Ukrainian Vietnamese Albanian Estonian Galician Hungarian Maltese Thai Turkish Persian
Home Page
Sisma: ecco gli strumenti dell'Ue per sostenere l'Italia PDF Stampa E-mail

bandiera italia luttoBRUXELLES - L'Italia non è sola ad affrontare il terremoto che ha lasciato vittime e macerie, l'Ue si è già mobilitata. "Siamo, come sempre, solidali con la nazione italiana e siamo pronti a fornire assistenza in qualsiasi modo possiamo", ha dichiarato il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, mentre l'Alto rappresentante Federica Mogherini, che ha chiamato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha assicurato che l'Ue "è pronta a mettere a disposizione tutte le risorse e gli strumenti previsti in queste circostanze".

Tra gli strumenti il Fondo di solidarietà, il meccanismo di protezione civile e i servizi offerti da Copernico, uno dei programmi satellitari europei:

- FONDO DI SOLIDARIETÀ. Può essere attivato su richiesta dell'Italia entro 12 settimane dal disastro, una volta quantificati i danni diretti. La Commissione ha 6 settimane per valutare e proporre un ammontare di aiuti che deve essere approvato da Consiglio e Parlamento Ue. I fondi Ue possono essere utilizzati esclusivamente per le operazioni d'emergenza: ripristino delle infrastrutture (acqua, elettricità, strade, ospedali o tlc), assistenza agli sfollati, protezione del patrimonio culturale, operazioni di pulizia.

Per il terremoto in Molise (2002) l'Italia aveva ricevuto 30,1 mln, per l'Abruzzo (2009) 493,8 mln, e per l'Emilia-Romagna (2012) 670,2 mln. 

- MECCANISMO DI PROTEZIONE CIVILE. Sempre su richiesta di attivazione da parte dell'Italia, consente alla Commissione Ue di coordinare gli aiuti provenienti dagli altri Paesi verso le zone colpite dal disastro e di cofinanziare le spese di trasporto di materiali ed esperti. La Protezione civile italiana ha informato Bruxelles che almeno per il momento non è necessaria assistenza internazionale, anche se i contatti sono continui su tutti gli sviluppi della situazione. Questo meccanismo fu utilizzato per il terremoto dell'Aquila. 

- SERVIZI DI COPERNICO. L'unica richiesta italiana finora inoltrata al Centro di coordinamento per la risposta alle emergenze della Commissione Ue, che è stato in contatto con la Protezione civile italiana sin dalla scorsa notte, è l'accesso al Servizio di gestione delle emergenze di Copernico. La richiesta riguarda le mappe satellitari per la valutazione dei danni di Amatrice e Accumoli, ma può essere estesa alle altre aree colpite dal sisma nel corso delle prossime ore.

 

Cerca nel sito

Sondaggi EDiC Te

Fonti di informazione

L'informazione sull'attività dell'Unione Europea la ottiene prevalentemente da:

» Vai al sondaggio »
1 Voti rimanenti

jVS by www.joomess.de.

Archivio Sondaggi

Fonti di informazione
L'informazione sull'attività dell'Unione Europea la...
378
Conoscenza dell'UE
Quanto ritiene di essere informato sull'Unione europea?
503

jVS by www.joomess.de.

EDiC TE 2.0

EDIC TE Web TV

Visite giornaliere


Visite ieri:125
Visite mensili3210
Pagine visitate oggi:606
Pagine visitate questo mese:127242

Login Europa Network