L'UE spende di più per la ricerca
 

Europe Direct Abruzzo Nord-Ovest

Centro di Informazione della Commissione Europea

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Page

L'UE spende di più per la ricerca

E-mail Stampa PDF

R&SNonostante la crisi economica, nel 2008 le imprese europee hanno speso in ricerca e sviluppo mediamente l'8,1% in più che nel 2007; per due anni consecutivi, l'incremento annuo è stato più o meno lo stesso.

Le imprese degli USA e del Giappone, i più importanti concorrenti dell'UE per quanto riguarda le spese in R&S, hanno anch'esse aumentato gli investimenti per la creazione di nuovi prodotti, ma non in misura altrettanto significativa, limitandosi rispettivamente al 5,7 e al 4,4%.

Per il secondo anno consecutivo, il tasso di crescita delle spese in R&S delle imprese europee ha superato quello delle imprese americane. Quanto alle imprese giapponesi, l'UE ha segnato tassi di crescita superiori per il quarto anno di fila.

Investire in R&S è indispensabile per rimanere competitivi nell'economia mondiale. Il commissario europeo per la Ricerca Janez Potočnik ha così commentato: "È la strategia migliore per uscire più forti della crisi."

Le cifre riportate sopra sono tratte dal quadro di valutazione 2009 degli investimenti in R&S elaborato dall'UE, una classifica di 2 000 imprese (1 000 dell'Unione, le altre soprattutto statunitensi e giapponesi) che rappresentano l'80% della spesa in R&S dell'industria mondiale.

Due imprese europee, Volkswagen (Germania) e Nokia (Finlandia), e cinque imprese americane, tra cui Microsoft, General Motors e Pfizer, figurano tra i 10 massimi investitori in R&S. Al primo posto della classifica mondiale sta la giapponese Toyota, con 7,61 miliardi di euro.

Anche se le imprese europee aumentano le loro spese in R&S più rapidamente che le loro concorrenti statunitensi e giapponesi, in termini assoluti continuano a spendere di meno. Nel 2008 gli investimenti in R&S in percentuale delle vendite erano pari al 2,7% nell'UE, contro il 4,5% negli USA e il 3,4% in Giappone. Si tratta di valori simili a quelli del 2007.

Le imprese USA hanno accresciuto il loro vantaggio sull'UE nei settori in cui la R&S è più intensa: l'industria farmaceutica, le biotecnologie, le tecnologie dell'informazione e della comunicazione. Ma sono le imprese UE che dominano un settore in forte crescita, quello delle fonti d'energia alternative.

Globalmente, gli investimenti in R&S industriale sono aumentati del 6,9%, ossia meno che nel 2007 (9%) e nel 2006 (10%).

Solo una piccola quota degli investimenti totali è attribuibile alle imprese delle economie emergenti, ma le cose stanno cambiando. Tra il 2007 e il 2008 la Cina ha aumentato le spese in R&S del 40%, l'India del 27,3% e Taiwan del 25,1%.

 

 

Ente Ospitante

Europe Direct Contact Centre

Prodotti multimediali EDIC

Pubblicazioni

Links utili

Presidenza Consiglio UE Finlandia

Elezioni europee 2019

Europa.eu

Lavorare in Europa

Corpo Europeo di Solidarietà

Servizio Volontario Europeo


English French German Russian Spanish

Cerca nel sito

Sondaggi EUROPE DIRECT

Conoscenza dei diritti

Quale dei seguenti diritti di cittadino europeo vorresti conoscere meglio?

» GO_TO_POLL »
VOTESCHONVORBEI

jVS by www.joomess.de.

Archivio Sondaggi

Conoscenza dei diritti
Quale dei seguenti diritti di cittadino europeo vorresti...
749
Competenze UE
In quali delle seguenti materie vorresti che l'UE avesse...
762
Efficacia politiche europee
Quale delle seguenti politiche europee ritieni più...
744
Mezzi di comunicazione
Quale dei seguenti mezzi ritieni più efficaci per...
889

jVS by www.joomess.de.

EUROPE DIRECT 2.0

Studio Europa