Lotta al terrorismo: una nuova strategia UE per sostenere Siria e Iraq
 

Europe Direct Abruzzo Nord-Ovest

Centro di Informazione della Commissione Europea

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Page

Lotta al terrorismo: una nuova strategia UE per sostenere Siria e Iraq

E-mail Stampa PDF

Fondi aggiuntivi pari a un miliardo di euro e un impiego più efficace degli strumenti esistenti. Queste le direttive principali sulle quali si muove la nuova strategia UE per affrontare le crisi umanitarie in Siria e Iraq. L'Alta Rappresentante dell'Unione per gli Affari esteri e la Politica di sicurezza Federica Mogherini ha presentato la prima strategia globale per lottare contro le crisi in Sira e in Iraq e la minaccia lanciata da Da'esh. La strategia comprende una serie di iniziative già messe in campo dall'UE e dagli Stati Membri, rafforzandone l'efficacia mettendo a disposizione 1 miliardo di euro per i prossimi due anni. Grazie a questo nuovo impegno, l'UE potrà assicurare un fondamentale sostegno alle esigenze primarie: aiuto di primo soccorso, stabilizzazione, sviluppo della regione e lotta contro la minaccia dei gruppi terroristici. Queste misure politiche, sociali e umanitarie hanno come obiettivo principale Siria e Iraq ma riguarderanno anche Libano, Giordania e Turchia. La strategia consiste in un’assistenza umanitaria: circa il 40% dei nuovi aiuti finanziari sarà erogato sotto forma di assistenza umanitaria per salvare vite umane, sia in Siria e Iraq che nelle aree di confine che ospitano rifugiati siriani; inoltre la strategia propone di aumentare il sostegno ai Paesi confinanti affinché possano far fronte all'afflusso di rifugiati. La Giordania e il Libano, in particolare, saranno sostenuti nel campo della sicurezza e della gestione delle frontiere. Un altro obiettivo fondamentale sarà la lotta al terrorismo: la strategia si propone di combinare le azioni degli Stati Membri e dell'UE per fermare l'afflusso di combattenti stranieri e per sostenere i Paesi confinanti con la Siria nel rinforzare la sicurezza alle frontiere e lavorare sulla comunicazione per contrastare l'estremismo violento nella regione. Queste azioni saranno dirette ai segmenti più esposti della popolazione, in particolare ai giovani. La vicepresidente della Commissione europea Federica Mogherini ha dichiarato: "Questo pacchetto rafforzerà i nostri interventi a favore di pace e sicurezza in una regione a noi così vicina, devastata dal terrorismo e dalla violenza ormai da troppo tempo. Adesso abbiamo mezzi migliori per fare di più a livello politico e diplomatico ma anche in materia d'aiuto e di sicurezza, in collaborazione con i Paesi Membri, i partner locali e la comunità internazionale. Possiamo affrontare in maniera più efficace le cause profonde dell'instabilità e della violenza". 

 

Ente Ospitante

Europe Direct Contact Centre

Prodotti multimediali EDIC

Pubblicazioni

Links utili

Presidenza Consiglio UE Portogallo

Europa.eu

Lavorare in Europa

Corpo Europeo di Solidarietà


English French German Russian Spanish

Cerca nel sito

FLASH NEWS DALL'EUROPA

Sondaggi EUROPE DIRECT

Conoscenza dei diritti

Quale dei seguenti diritti di cittadino europeo vorresti conoscere meglio?

» GO_TO_POLL »
VOTESCHONVORBEI

jVS by www.joomess.de.

Archivio Sondaggi

Conoscenza dei diritti
Quale dei seguenti diritti di cittadino europeo vorresti...
749
Competenze UE
In quali delle seguenti materie vorresti che l'UE avesse...
762
Efficacia politiche europee
Quale delle seguenti politiche europee ritieni più...
744
Mezzi di comunicazione
Quale dei seguenti mezzi ritieni più efficaci per...
889

jVS by www.joomess.de.

EUROPE DIRECT 2.0

UÈ! che Podcast