Europe Direct Teramo
2 girls 1 cup

ED Contact Centre

Ente Ospitante

Partner

Enti aderenti

Prodotti multimediali dell'EDIC Teramo

Presidenza del Consiglio dell'UE a Malta

Links Istituzioni

Traduzione Automatica

English Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch Finnish French German Greek Hindi Italian Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Catalan Filipino Hebrew Indonesian Latvian Lithuanian Serbian Slovak Slovenian Ukrainian Vietnamese Albanian Estonian Galician Hungarian Maltese Thai Turkish Persian
Home Page
Europe Direct Teramo
Auguri Natale 2016

auguri per sito

 
Convegno su “Sostenibilità, sicurezza e competitività: gli obiettivi chiave della politica energetica europea”

Il Centro Europe Direct Teramo, in collaborazione con le Cattedre di Diritto dell’Unione europea e Diritto Costituzionale italiano e comparato dell’Università degli Studi di Teramo, ha organizzato per il prossimo 21 dicembre 2016, alle ore 15:30, presso la Sala delle Lauree della Facoltà di Giurisprudenza, un Convegno dal titolo “Sostenibilità, sicurezza e competitività: gli obiettivi chiave della politica energetica europea”. Docenti e studiosi di Diritto europeo e costituzionale presenteranno relazioni e interventi sui diversi profili caratterizzanti la Politica dell’Unione europea in tema di energia e sull’impatto nelle competenze interne di Stato e Regioni. L’iniziativa sarà un’occasione per approfondire le riflessioni intorno ai concetti fondanti della futura Unione energetica europea a cui i recenti atti delle istituzioni europee, Commissione in primis, tendono, nella prospettiva di costruire un mercato unico e un modello di sviluppo contraddistinto in misura crescente da un approccio volto alla sostenibilità energetica delle attività degli operatori economici.

 

Scarica il programma 

 
Oltre 164 miliardi di nuovi investimenti grazie al FEIS

Si prevede che, a due anni dall'avvio del piano di investimenti per l’Europa della Commissione Juncker, saranno mobilitati oltre 164 miliardi di investimenti complessivi, che costituiscono più della metà dei 315 miliardi di investimenti complessivi mobilitati originariamente previsti. Queste cifre tengono conto della riunione del consiglio di amministrazione della Banca europea per gli investimenti (BEI), che ha approvato 34 nuove operazioni da finanziare a titolo del FEIS su raccomandazione del comitato per gli investimenti indipendente del fondo. Le operazioni approvate nel quadro del Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS) rappresentano un volume totale di finanziamento di 30,5 miliardi di euro e sono realizzate in 27 Stati membri. La BEI ha già approvato 176 progetti infrastrutturali da finanziare a titolo del FEIS, per un volume di finanziamento di 22,4 miliardi di euro. Il Fondo europeo per gli investimenti (FEI) ha approvato 243 accordi di finanziamento delle PMI per un finanziamento complessivo nell’ambito del FEIS di 8,1 miliardi. Si prevede che a beneficiarne saranno circa 388 000 PMI e imprese a media capitalizzazione.

Le informazioni sui progetti per paese e per settore saranno disponibili su http://ec.europa.eu/priorities/publications/investment-plan-results-so-far_en.

 
"Le Politiche di Immigrazione e di Asilo: dal piano europeo a quello nazionale"

banner convegno 13 dicembreIl Centro Europe Direct Teramo, in collaborazione con il Comune di Basciano e la Cooperativa sociale Domus Caritatis, organizza per il prossimo 13 dicembre un convegno sulle politiche di immigrazione e di asilo, con l'obiettivo di informare la cittadinanza sui diversi profili e implicazioni del ruolo dell'UE nella gestione del fenomeno migratorio, divenuto di notevole importanza, non solo dal punto di vista della dimensione quantitativa, all'interno e all'esterno dei confini europei.

L'iniziativa intende porre in luce le conseguenze, teoriche ma soprattutto pratiche, collegate alle scelte operate dagli Stati membri di delegare competenze in materia all'Unione solo per specifici e limitati aspetti, contribuendo a creare un approccio talvolta contraddittorio alle soluzioni operative messe in campo e, molto spesso, quantomeno frammentario e disomogeneo.

In virtù di tali considerazioni, si è scelto di articolare la prima parte del Convegno in due gruppi di relazioni, il primo focalizzato sui confini della Politica UE nel settore dell'immigrazione, il secondo dedicato all'esame delle pertinenti normative nazionali che vengono in rilievo in questa materia.

La seconda parte prevede, invece, lo svolgimento di una tavola rotonda con la partecipazione di esperti nei diversi aspetti del fenomeno in oggetto (giuridico, sanitario, sociale, psicologico), i quali si presteranno ad animare un dibattito con i cittadini e a profilare le risposte più adeguate ai quesiti ricorrenti tra le comunità locali chiamate ad organizzare azioni e interventi di accoglienza.

 

Scarica la locandina.

 
Investire nei giovani d'Europa: la Commissione istituisce il corpo europeo di solidarietà

La Commissione europea ha istituito il corpo europeo di solidarietà per i giovani tra i 18 e i 30 anni che possono accedere a nuove opportunità per dare un contributo importante alla società in tutta l'UE e per acquisire un'esperienza inestimabile e competenze di grande valore all'inizio della loro vita lavorativa. La Commissione presenta inoltre una serie di misure per migliorare l'occupazione giovanile, migliorare e modernizzare l'istruzione, aumentare gli investimenti nelle capacità dei giovani e accrescere le opportunità di studio e apprendimento all'estero. I partecipanti al nuovo corpo europeo di solidarietà avranno la possibilità di essere inseriti in un progetto di volontariato o in un tirocinio, un apprendistato o un lavoro per un periodo da 2 a 12 mesi. Potranno oltremodo impegnarsi in un'ampia gamma di attività, in settori quali l'istruzione, l'assistenza sanitaria, l'integrazione sociale, l'assistenza nella distribuzione di prodotti alimentari, la costruzione di strutture di ricovero, l'accoglienza, l'assistenza e l'integrazione di migranti e rifugiati, la protezione dell'ambiente e la prevenzione di catastrofi naturali. I giovani che si registrano nel corpo europeo di solidarietà dovranno sottoscrivere il mandato del corpo europeo di solidarietà e i suoi principi. Le organizzazioni partecipanti dovranno aderire alla carta del corpo europeo di solidarietà, che ne stabilisce i diritti e le responsabilità durante tutte le fasi dell'esperienza di solidarietà.

 http://europa.eu/solidarity-corps

 
Il Mercato Unico digitale per la crescita e l'innovazione

Il prossimo 6 dicembre presso l'Università degli Studi di Teramo discuteremo del Mercato Unico Digitale in Europa.

Scopo dell'evento è offrire un'occasione di approfondimento e dibattito su una delle priorità della Commissione Juncker per migliorare l'accesso online ai beni e servizi in tutta Europa, creare un contesto favorevole allo sviluppo delle reti e dei servizi digitali e massimizzare il potenziale di crescita dell'economia digitale europea.

 

digital-single-market 01

 

Scarica il Programma

 
L’accordo sul bilancio dell'UE per il 2017 per il rafforzamento dell'economia e la risposta alla crisi dei rifugiati

Nel 2017 l'UE spenderà di più per rendere l'Europa più competitiva e sicura. Parimenti, maggiori risorse saranno destinate a finanziare l'accoglienza e l'integrazione dei rifugiati e ad affrontare le cause di fondo della migrazione nei paesi di origine e di transito.

La Vicepresidente della Commissione europea Kristalina Georgieva, responsabile del bilancio e delle risorse umane, ha dichiarato: "Abbiamo fatto davvero tutto il possibile per assicurare le risorse per un bilancio che servirà al meglio gli interessi di tutti i cittadini. Il bilancio dell'UE per il 2017 contribuirà quindi ad ammortizzare gli shock, stimolando la nostra economia e aiutando ad affrontare problematiche quali la crisi dei rifugiati. Continuiamo a imperniare il nostro bilancio sui risultati, facendo in modo che ogni euro del bilancio dell'UE faccia la differenza".

Il bilancio dell'UE per il 2017 è fissato a 157,9 miliardi di EUR in stanziamenti di impegno e a 134,5 miliardi di EUR in stanziamenti di pagamento.

I suoi elementi principali sono i seguenti:

  • quasi la metà dei fondi - 74,9 miliardi di EUR in stanziamenti di impegno - servirà a stimolare la crescita, l'occupazione e la competitività; 
  • il sostegno a favore degli agricoltori europei ammonta a 42,6 miliardi di EUR; 
  • quasi 6,0 miliardi di EUR serviranno a rafforzare la protezione delle nostre frontiere esterne e ad affrontare la migrazione e la crisi dei rifugiati
 
#UEABRUZZO: oltre 27 milioni alle aziende per la ricerca

Sono oltre 27 milioni di euro i fondi rendicontati (ed erogati alle aziende) dalla Regione, per 3 i bandi gestiti dall'assessorato allo sviluppo economico a valere sui fondi Fesr della programmazione 2007-2013. Per il bando ricerca sono stati finanziati 157 progetti; quello sui Poli d'innovazione ha visto la costituzione di 13 poli, che rappresentano oltre 700 aziende e 40 poli di ricerca; il terzo bando (overbooking), invece, ha riguardato il rimborso delle spese già sostenute dalle aziende. Ill vice presidente della giunta regionale Giovanni Lolli, ha fatto il punto su alcuni aspetti della rendicontazione della precedente programmazione dei fondi Ue. "L'Abruzzo - ha spiegato Lolli - ha corso un enorme rischio, legato ai ritardi significativi accumulati in passato sui fondi Fesr 2007-2013 e sul Fas, che avrebbero potuto farci perdere una parte delle risorse europee che erano state assegnate alla Regione. Grazie al lavoro dei dipendenti dell'assessorato, siamo invece riusciti non solo a scongiurare questo problema, ma anche a rendicontare 136 progetti in overbooking, vale a dire che abbiamo ricompreso anche progetti che eccedevano i fondi a noi assegnati, in modo da mettere in sicurezza il sistema, nel caso in cui l'Ue dovesse decidere eventuali rimodulazioni". Per quanto riguarda il Fas, invece, l'importo complessivo dei progetti è di circa 100 milioni di euro, di cui la metà finanziato con fondi europei erogati dalla Regione. Tutti i 306 atti di pagamento sono stati adottati e le liquidazioni dei contributi sono già in corso da parte della Ragioneria della Regione. 

 

http://www.regione.abruzzo.it/portale/index.asp?modello=articolo&servizio=xList&stileDiv=mono&msv=articolo114538&tom=14538

 
Azioni Marie Curie: 20 anni di sostegno europeo alla mobilità dei ricercatori, alla formazione e allo sviluppo professionale

Lo scorso 8 novembre l'Unione europea ha dato il via alle celebrazioni per il XX anniversario del programmaAzioni Marie Skłodowska-Curie, dedicato ai migliori ricercatori d'Europa. Finora questo programma ha coinvolto 98000 ricercatori, incoraggiando la mobilità transnazionale, intersettoriale e interdisciplinare. La conferenza "Celebrating 20 years Marie Skłodowska-Curie!" si terrà presso il Nemo Science Museum di Amsterdam, mentre il Palazzo Berlaymont ospiterà una mostra fotografica che ripercorre la vita e l'eredità della scienziata franco-polacca Maria Skłodowska-Curie. La mostra viaggerà per l'Europa fino alla fine delle celebrazioni, il 7 novembre 2017, data del 150esimo anniversario della nascita di Maria Skłodowska-Curie. Il prossimo 29 novembre 2016, la Commissione organizzerà inoltre una conferenza Live Streaming sui risultati e il futuro del programma.

 
AbruzzoEuropa: Fondi Por-Fesr 2014-2020 presentato nuovo cronoprogramma

L'Agenzia per la coesione territoriale ha tenuto ieri 27 ottobre a L'Aquila, a Palazzo Silone, un incontro tecnico con la Regione Abruzzo, sulla programmazione POR FESR 2014-2020 (fondi europei di sviluppo regionale),come avvenuto anche con altre regioni. Si è trattato di una riunione di approfondimento, alla presenza di una delegazione dell'Agenzia guidata da Carla Cosentino, dirigente dell'Ufficio territoriale che segue i programmi operativi dell'Abruzzo, Dai dati illustrati è stata confermata la ragionevole aspettativa del pieno assorbimento delle risorse della programmazione POR FESR 2007-2013. L'Autorità di gestione per il 2014-2020, ha presentato invece, un nuovo cronoprogramma che prevede anche l'anticipo di alcuni interventi rispetto a quanto definito in precedenza, considerato che sono in corso di soluzione le problematiche di cofinanziamento regionale.

Questo il crono programma prevede: ASSE I - RICERCA. SVILUPPO TECNOLOGICO E INNOVAZIONE. ASSE II - DIFFUSIONE SERVIZI DIGITALI. ASSE III - COMPETITIVITA' DEL SISTEMA PRODUTTIVO. ASSE IV - PROMOZIONE DI UN'ECONOMIA A BASSE EMISSIONI DI CARBONIO. ASSE V - RIDUZIONE DEL RISCHIO IDROGEOLOGICO. ASSE VI - TUTELA E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE NATURALI E CULTURALI.

Pubblicazione avviso: Dicembre 2016. Investimento: 3 milioni di euro.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 76

Cerca nel sito

Sondaggi EDiC Te

Fonti di informazione

L'informazione sull'attività dell'Unione Europea la ottiene prevalentemente da:

» Vai al sondaggio »
1 Voti rimanenti

jVS by www.joomess.de.

Archivio Sondaggi

Fonti di informazione
L'informazione sull'attività dell'Unione Europea la...
221
Conoscenza dell'UE
Quanto ritiene di essere informato sull'Unione europea?
503

jVS by www.joomess.de.

EDiC TE 2.0

EDIC TE Web TV

Visite giornaliere


Visite ieri:105
Visite mensili1954
Pagine visitate oggi:3303
Pagine visitate questo mese:106619

Login Europa Network