Europe Direct Abruzzo Nord Ovest
 

Europe Direct Abruzzo Nord-Ovest

Centro di Informazione della Commissione Europea

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Europe Direct Abruzzo Nord Ovest

Seminario: "La Politica di Coesione dell'Unione europea"

Coesione-politica-1Il prossimo 16 novembre, ore 09.00, la Responsabile del Europe Direct Teramo incontrerà gli studenti del Liceo scientifico “M. Delfico” di Teramo per illustrare loro la Politica di Coesione dell’Unione europea. 

 

Il seminario servirà a spiegare agli studenti l’importanza della Politica di Coesione, la principale politica di investimento dell’UE, che è fondamentale per la crescita e lo sviluppo dei Paesi europei, e a cui è destinato un terzo delle risorse previste nel bilancio complessivo dell’Unione europea, e mostrare i risultati concreti raggiunti grazie a tali fondi. 

 

Unione dell'energia: la Commissione rafforza la leadership mondiale dell'UE nel settore dei veicoli puliti

mobilita pulitaLa Commissione propone nuovi obiettivi per le emissioni medie di CO 2 del nuovo parco autovetture e veicoli leggeri dell'UE al fine di accelerare la transizione ai veicoli a basse e a zero emissioni.

Mentre è in corso la conferenza internazionale sul clima a Bonn, la Commissione mostra che l'UE è l'esempio da seguire.

La proposta stabilisce norme ambiziose, realistiche e applicabili per contribuire a garantire condizioni di parità fra i diversi soggetti del settore operanti in Europa. Il pacchetto definirà anche un chiaro orizzonte verso il quale avanzare per conseguire gli impegni presi nell'ambito dell'accordo di Parigi e incoraggerà sia l'innovazione nelle nuove tecnologie e nei modelli di business, sia un uso più efficiente di tutti i modi di trasporto di merci. Queste iniziative saranno rafforzate dall'impiego di strumenti finanziari mirati in modo da garantirne un'agevole applicazione.

Gli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 che la Commissione propone oggi si basano suun'analisi approfondita e su un ampio coinvolgimento delle parti interessate, dalle ONG all'industria. Tanto per le autovetture quanto per i veicoli leggeri nuovi, nel 2030 le emissioni medie di CO2 dovranno essere inferiori del 30% rispetto al 2021.

Il Presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha dichiarato nel suo discorso sullo stato dell'Unione in settembre: "Voglio che l'Europa si ponga alla guida della lotta contro i cambiamenti climatici. L'anno scorso abbiamo fissato le regole del gioco a livello globale con l'accordo di Parigi, ratificato proprio qui, in quest'aula. Di fronte al crollo delle ambizioni degli Stati Uniti, l'Europa deve fare in modo di rendere nuovamente grande il nostro pianeta. È patrimonio comune di tutta l'umanità".

 

Consiglio europeo: al centro del dibattito migrazione, sicurezza, difesa e relazioni esterne

02Migrazione e relazioni esterne, Europa digitale, sicurezza e difesa: questi i temi trattati dal Consiglio europeo tenutosiil 19 e 20 ottobre a Bruxelles.

Sul tema migrazione i leader dell'UE hanno espresso soddisfazione per i progressi compiuti sinora per il controllo delle frontiere esterne e per ridurre considerevolmente la migrazione irregolare e hanno ribadito il loro sostegno dell'approccio corrente. In merito al Mediterraneo centrale, i leader hanno sottolineato il contribuito significativo dell'Italia e hanno riconosciuto la necessità di garantire finanziamenti adeguati al Nord Africa tramite il Fondo fiduciario dell'UE per l'Africa, per il quale gli Stati membri hanno attualmente impegnato 175 milioni di euro.

Sul fronte digitale, i 28 leader dell'UE hanno sottolineato la necessità di lavorare a pieno ritmo per completare il Mercato unico digitale, in particolare per quanto riguarda il pacchetto sulla cibersicurezza della Commissione e le misure per contrastare i contenuti illeciti online.

In materia di sicurezza e difesa, il Consiglio europeo ha espresso apprezzamento per i "notevoli progressi" conseguiti dagli Stati membri nell'elaborazione di una notifica in materia di cooperazione strutturata permanente (PESCO); ha accolto con favore il lavoro svolto finora dai co-legislatori sulla proposta legislativa relativa a un programma europeo di sviluppo del settore industriale della difesa, sollecitando un accordo in sede di Consiglio entro la fine dell'anno; ha incoraggiato gli Stati membri a sviluppare meccanismi di finanziamento "flessibili e solidi", nell'ambito del Fondo europeo per la difesa, al fine di garantire una base competitiva, innovativa ed equilibrata per il settore industriale della difesa europea.

Sul fronte delle relazioni esterne. I leader hanno riaffermato il loro pieno impegno per l'accordo sul nucleare iraniano e hanno discusso di Turchia e Corea del Nord. Su quest’ultima il Consiglio europeo invita la RPDC a rispettare pienamente, incondizionatamente e senza indugio gli obblighi che le derivano dalle risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, nonché ad abbandonare, in modo completo, verificabile e irreversibile, i propri programmi connessi al nucleare e ai missili balistici. Il recente comportamento della RPDC è inaccettabile e costituisce una minaccia significativa per la penisola coreana e non solo. Il Consiglio europeo sottolinea che una pace duratura e la denuclearizzazione della penisola coreana devono essere raggiunte con mezzi pacifici e attraverso un dialogo credibile e significativo. Il regime di sanzioni dell'UE nei confronti della RPDC è stato ulteriormente rafforzato dalle sanzioni autonome dell'UE adottate dal Consiglio "Affari esteri" del 16 ottobre 2017.

 

Agenzia per l’Italia digitale: 72 posti di lavoro

L’Agenzia per l’Italia digitale ha reso noto, tramite comunicato sul sito istituzionale che si selezionano 72 nuovi profili professionali per supportare le attività progettuali destinate alla trasformazione digitale della pubblica amministrazione italiana.

I 72 profili ricercati si dividono in:

- 51 profili specialistici per l’implementazione del progetto “Italia Login – la casa del Cittadino” e della strategia nazionale di Crescita digitale, attraverso attività destinate ad accelerare la digitalizzazione dei servizi pubblici. Italia Login è il programma strategico (finanziato con fondi Pon Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020) finalizzato all’integrazione dei servizi digitali del Paese e al raggiungimento dei più elevati standard di efficienza organizzativa, gestionale e amministrativa della PA. (Avviso 5);

- 21 profili specialistici per supportare l’attuazione del Piano Triennale per l’informatica nella Pubblica Amministrazione 2017-2019, il documento di indirizzo strategico ed economico con cui si definisce lo sviluppo dell’informatica pubblica italiana. (Avviso 6)

 

Scadenza - 30 ottobre 2017 ore 12:00

 

Informazioni -  http://urp.regione.abruzzo.it/index.php?option=com_content&view=article&id=586:l-agenzia-per-l-italia-digitale-offre-72-posti-di-lavoro&catid=32:notizie-dalla-p-a&Itemid=181

Per chiarimenti è possibile scrivere alla casella di posta Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.   fino alle ore 12:00 del 27 ottobre 2017

 

Unione della sicurezza: Nuove misure della Commissione per proteggere i cittadini dell'UE

indexCome annunciato dal Presidente Juncker nel suo discorso sullo stato dell'Unione 2017, la Commissione ha presentato, insieme all'11a relazione sull'Unione della sicurezza, una serie di misure operative e pratiche per difendere meglio i cittadini dell'UE contro le minacce terroristiche e realizzare un'Europa che protegge. 

Tali misure sono volte a rimediare alle carenze emerse con i recenti attentati. Aiuteranno gli Stati membri proteggere gli spazi pubblici e contribuiranno a privare i terroristi dei loro mezzi d'azione. La Commissione propone inoltre di rafforzare l'azione esterna dell'UE relativa alla lotta contro il terrorismo- anche attraverso Europol.

Come dimostrato dai recenti, tragici attentati di Barcellona, Londra, Manchester e Stoccolma, gli spazi pubblici e affollati sono sempre più spesso nel mirino dei terroristi.

La Commissione ha presentato quindi un piano d'azione per rafforzare il sostegno agli sforzi degli Stati membri per proteggere gli spazi pubblici e ridurne la vulnerabilità.

 

Dette misure comprendono:

  • un maggiore sostegno finanziario - La Commissione ha stanziato 18,5 milioni di euro del Fondo sicurezza interna per sostenere progetti transnazionali volti a migliorare la protezione degli spazi pubblici. Nel 2018, inoltre, altri 100 milioni di euro stanziati nel quadro delle azioni urbane innovative andranno a sostegno delle città che investono in soluzioni in materia di sicurezza;
  • materiale orientativo - Nel corso del prossimo anno la Commissione pubblicherà nuovo materiale orientativo per aiutare gli Stati membri ad affrontare un'ampia gamma di questioni relative alla protezione degli spazi pubblici e sensibilizzare i cittadini;
  • scambio di migliori pratiche - In novembre la Commissione istituirà un Forum dei professionisti del settore e creerà una rete per la sicurezza degli spazi pubblici ad alto rischio, per introdurre una piattaforma di formazione comune ed esercitazioni congiunte per migliorare la preparazione contro gli attentati;
  • una migliore cooperazione fra gli attori locali e il settore privato - La Commissione istituirà un Forum degli operatori per promuovere i partenariati pubblico-privato nel settore della sicurezza e stringerà contatti con operatori privati come centri commerciali, organizzatori di concerti, palazzetti dello sport e società di autonoleggio.

Anche se la probabilità di attentati perpetrati con sostanze chimiche, biologiche, radiologiche e nucleari (CBRN) è bassa, la Commissione propone anche un piano d'azione per rafforzare, a livello dell'UE, la preparazione, la resilienza e il coordinamento contro attacchi di questo tipo. Le misure proposte includono la creazione di una rete dell'UE per la sicurezza CBRN e di un polo di conoscenze CBRN presso il Centro europeo antiterrorismo (ECTC) di Europol.

Per impedire il compimento di altri attentati è essenziale inoltre privare i terroristi dei loro mezzi d'azione. La Commissione ha presentato una serie di misure supplementari a breve termine per:

  • limitare l'accesso alle sostanze utilizzabili per la fabbricazione di esplosivi artigianali;
  • aiutare le autorità giudiziarie e di contrasto nelle indagini penali in cui si riscontrano informazioni criptate;
  • contrastare il finanziamento del terrorismo.

È poi indispensabile rafforzare l'azione esterna dell'UE relativa alla lotta contro il terrorismo:

  • raccomandando al Consiglio di autorizzare l'avvio dei negoziati con il Canada sulla revisione dell'accordo sul codice di prenotazione;
  • rafforzando la cooperazione di Europol con i Paesi terzi.
 

CodeWeek 2017

codeweek2017

 


Ente Ospitante

Europe Direct Contact Centre

Prodotti multimediali EDIC

Pubblicazioni

Links utili

Presidenza Bulgara Consiglio UE

Europa.eu

Lavorare in Europa

Corpo Europeo di Solidarietà

Servizio Volontario Europeo


English French German Russian Spanish

Cerca nel sito

Sondaggi EUROPE DIRECT

Efficacia dell'azione dell'UE

In quale delle seguenti politiche ritieni che l'Unione europea abbia agito con meno efficacia?

» GO_TO_POLL »
VOTESCHONVORBEI

jVS by www.joomess.de.

Archivio Sondaggi

Efficacia dell'azione dell'UE
In quale delle seguenti politiche ritieni che l'Unione...
144
Efficacia dell'azione dell'UE
In quale delle seguenti politiche ritieni che l'Unione...
464
Conoscenza del Corpo Europeo di solidarietà
È a conoscenza del Corpo Europeo di solidarietà,...
362
Cinque scenari sul futuro dell'Europa
Il Libro Bianco sul Futuro dell'Europa delinea cinque...
564
Fonti di informazione
L'informazione sull'attività dell'Unione Europea la...
541
Conoscenza dell'UE
Quanto ritiene di essere informato sull'Unione europea?
503

jVS by www.joomess.de.

EUROPE DIRECT 2.0

Studio Europa

Login Rete Europe Network