Europe Direct Teramo
2 girls 1 cup

ED Contact Centre

Ente Ospitante

Partner

Enti aderenti

Ufficio pubblicazioni dell'UE

Pubblicazioni sull'UE

Libro Bianco sul futuro dell'Europa

Prodotti multimediali dello Europe Direct Teramo

Presidenza del Consiglio dell'UE a Malta

Links Istituzioni

Traduzione Automatica

English Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch Finnish French German Greek Hindi Italian Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Catalan Filipino Hebrew Indonesian Latvian Lithuanian Serbian Slovak Slovenian Ukrainian Vietnamese Albanian Estonian Galician Hungarian Maltese Thai Turkish Persian
Home Page
Europe Direct Teramo
Corso avanzato sui Fondi strutturali Europei

banner  fondi strutturaliIl Centro Europe Direct Teramo e il Centro Servizi per il Volontariato di Teramo hanno organizzato un Corso avanzato di progettazione su “I Fondi Strutturali europei: uno strumento per la crescita e lo sviluppo”, della durata di 40 ore, dal 6 ottobre al 19 novembre 2016.

Il Corso ha come finalità quella di informare e formare i partecipanti – responsabili di associazioni del Terzo Settore – circa obiettivi, contenuti e caratteristiche tecniche dei Programmi Operativi relativi al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e al Fondo Sociale Europeo. Il percorso formativo si articola in una parte teorica e in una serie di workshop tesi a impegnare gli allievi in alcune simulazioni progettuali su bandi specifici. Tale scelta è stata dettata dalla volontà di far sperimentare concretamente ai corsisti le opportunità collegate ai Fondi Strutturali e a far loro acquisire conoscenze e competenze utili a fronteggiare i processi di sviluppo promossi a livello locale dall’Unione europea.

 

Scarica la locandina

 
E' online il bando 2016-2017 di “A Scuola di OpenCoesione!”

Pronti a partire con la quarta edizione di “A Scuola di OpenCoesione”, il percorso innovativo di didattica interdisciplinare su open data, data journalism e politiche di coesione nelle scuole secondarie superiori. Dopo il successo crescente delle edizioni precedenti, #ASOC1617 si affaccia al nuovo anno scolastico con importanti novità.

 

http://www.ascuoladiopencoesione.it/pubblicato-il-bando-per-ledizione-20162017-di-asoc/

 
Giornata Europee delle Lingue 2016

Banner Giornata lingue 2016La “Giornata Europee delle Lingue” costituisce un evento dal carattere fortemente simbolico nel panorama delle attività celebrative degli Stati membri, dal momento che richiama l’attenzione su un aspetto cruciale del processo di integrazione europea: la promozione del multilinguismo come fattore di crescita e stimolo al dialogo interculturale.

Essa è altresì un’occasione unica per mostrare il contributo concreto del fattore linguistico al processo di costruzione della cittadinanza europea, la quale origina dalla diversità ma si realizza compiutamente nello scambio e nel sentimento di appartenenza a principi e valori comuni.

 

Per celebrare questo evento il Centro Europe Direct Teramo e l’Istituto Comprensivo “Falcone e Borsellino” Teramo 5 Villa Vomano - Basciano, organizzano il prossimo 26 settembre, una giornata dedicata ad attività di comunicazione e diffusione dei valori del multilinguismo e della diversità linguistica.

In perfetta linea con i suddetti significati, lo slogan ideato per l’iniziativa in questione sarà: “Be different! Open your mind to other cultures”.

 

L'appuntamento è per il 26 settembre!

 

Scarica locandina

 
Discorso sullo stato dell’Unione 2016: verso un’Europa migliore

Lo scorso 14 settembre si è tenuto l'annuale discorso sullo stato dell'Unione del presidente della commissione europea : Jean Claude Juncker ha toccato vari temi tra cui immigrazione, Brexit, accordo sul clima, crescita economica, unificazione di Cipro, internet e copyright, disoccupazione, investimenti e altro ancora. "Un anno fa avevo detto che la situazione nell'Unione europea lasciava a desiderare, non c'era abbastanza Europa e non c'era abbastanza unione. A un anno di distanza questa constatazione in Europa resta. L’Unione non è in gran forma. Sono cambiate tante cose. Possiamo parlare di crisi esistenziale", ha detto lui in apertura del suo discorso, sostenendo inoltre che l'ambito in cui cooperiamo insieme è ancora troppo piccolo. L'integrazione europea non deve piegarsi agli interessi degli stati-nazione e l’Europa non può diventare un melting pot incolore. Non è mancato naturalmente un riferimento alla Brexit. "Rispettiamo e allo stesso tempo ci rammarichiamo della decisione del Regno Unito, ma la Ue in sé non è a rischio. Saremmo felici se la richiesta di lanciare l'articolo 50 avvenga il prima possibile", ha detto, in linea con quello che i leader europei sostengono da giugno, ovvero che si avvii il prima possibile la procedura di uscita, per non creare ulteriore instabilità all'Europa. Juncker ha inoltre toccato l'aspetto della disoccupazione, dei diritti sociali e delle divisioni interne. Per quanto riguarda l'immigrazione Juncker ha detto che è pronto "un ambizioso piano di investimenti per l'Africa da 44 miliardi di euro. Si può arrivare fino a 88 miliardi se gli Stati membri contribuiscono", ha detto spiegando che serviranno per migliorare le condizioni di vita nei paesi ed evitare che migliaia di persone siano costrette a intraprendere pericolosi viaggi per sfuggire a guerre, fame e dittature. 

 

http://ec.europa.eu/priorities/state-union-2016_en

 
Stato dell'Unione 2016

Domani mercoledì 14 settembre 2016 il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker pronuncerà il discorso sullo stato dell'Unione al Parlamento europeo. Il Presidente passerà in rassegna i risultati ottenuti l'anno passato e presenterà le priorità per l'anno a venire. Descriverà anche il modo in cui la Commissione intende affrontare le sfide più urgenti dell'Unione europea. Il discorso sarà seguito da un dibattito in seduta plenaria. Tradizionalmente, il discorso sullo stato dell'Unione dà l'avvio al dialogo con il Parlamento e il Consiglio, come previsto nel trattato di Lisbona, per preparare il programma di lavoro della Commissione per il 2017.

Segui la diretta su:  http://ec.europa.eu/priorities/state-union-2016_en

 
Borse di ricerca ministeriali per la Francia

Il Ministero dell'Istruzione, dell'Insegnamento Superiore e della Ricerca francese mette a disposizione borse di ricerca per cittadini italiani, per Progetti di ricerca in collaborazione tra laboratori e centri di ricerca dei due Paesi. Ci sono due opportunità: - borse di dottorato in co-tutela: massimo di 12 mensilità destinate a coprire le spese di soggiorno in Francia (possibilità di richiedere 2 rinnovi al massimo); - borse di mobilità per dottorandi: 3 mensilità destinate a coprire le spese di soggiorno in Francia consecutive. I candidati devono aver ottenuto una Laurea Magistrale, Specialistica o Vecchio ordinamento prima della scadenza del bando, residenti in Italia e iscritti a un'università italiana. L'assegnazione della borsa sarà condizionata dal successo al concorso di dottorato e, per le borse di dottorato in co-tutela, dalla firma della convenzione di co-tutela che dovrà aver luogo prima del 31 dicembre 2017. I candidati devono avere meno di 30 anni alla data di scadenza del bando.

Scadenza: 30 settembre 2016

 

http://www.esteri.it/mae/resource/doc/2016/06/appel_a_candidature_bgf_2017_it.pdf

 
Giornata europea delle lingue - Roma, 25-26 settembre 2016

Tre eventi per tre fasce di pubblico. Una giornata di giochi a Explora il museo dei bambini, un seminario per i giovani lettori sulla traduzione e la trasposizione cinematografica di saghe fantasy come Harry Potter e Divergent e un seminario per gli appassionati di lingue e scienza sull'evoluzione del linguaggio e l'apprendimento delle lingue.

 

 https://ec.europa.eu/italy/News/20160905_giornata_lingue_it 

 

 
YUVENES TRANSLATORES - Iscrizioni aperte dal 1° settembre al 20 ottobre 2016

La decima edizione del concorso Yuvenes Translatores, dedicato agli studenti di 17 anni che desiderano mettere alla prova le loro abilità traduttive, è ai blocchi di partenza. Il tema dell'edizione di quest'anno sarà lingue e traduzione. Le scuole che desiderano partecipare devono iscriversi on line dal 1° settembre al 20 ottobre 2016. Tra tutte le iscrizioni pervenute, si procede ad un'estrazione a sorte. Le scuole selezionate possono scegliere da due a cinque studenti che parteciperanno al concorso e devono inserire i loro nomi e le rispettive combinazioni linguistiche in un database dedicato entro il 21 novembre.

https://www.facebook.com/translatores/?fref=ts

 
Sisma: ecco gli strumenti dell'Ue per sostenere l'Italia

bandiera italia luttoBRUXELLES - L'Italia non è sola ad affrontare il terremoto che ha lasciato vittime e macerie, l'Ue si è già mobilitata. "Siamo, come sempre, solidali con la nazione italiana e siamo pronti a fornire assistenza in qualsiasi modo possiamo", ha dichiarato il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, mentre l'Alto rappresentante Federica Mogherini, che ha chiamato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha assicurato che l'Ue "è pronta a mettere a disposizione tutte le risorse e gli strumenti previsti in queste circostanze".

Tra gli strumenti il Fondo di solidarietà, il meccanismo di protezione civile e i servizi offerti da Copernico, uno dei programmi satellitari europei:

- FONDO DI SOLIDARIETÀ. Può essere attivato su richiesta dell'Italia entro 12 settimane dal disastro, una volta quantificati i danni diretti. La Commissione ha 6 settimane per valutare e proporre un ammontare di aiuti che deve essere approvato da Consiglio e Parlamento Ue. I fondi Ue possono essere utilizzati esclusivamente per le operazioni d'emergenza: ripristino delle infrastrutture (acqua, elettricità, strade, ospedali o tlc), assistenza agli sfollati, protezione del patrimonio culturale, operazioni di pulizia.

Per il terremoto in Molise (2002) l'Italia aveva ricevuto 30,1 mln, per l'Abruzzo (2009) 493,8 mln, e per l'Emilia-Romagna (2012) 670,2 mln. 

- MECCANISMO DI PROTEZIONE CIVILE. Sempre su richiesta di attivazione da parte dell'Italia, consente alla Commissione Ue di coordinare gli aiuti provenienti dagli altri Paesi verso le zone colpite dal disastro e di cofinanziare le spese di trasporto di materiali ed esperti. La Protezione civile italiana ha informato Bruxelles che almeno per il momento non è necessaria assistenza internazionale, anche se i contatti sono continui su tutti gli sviluppi della situazione. Questo meccanismo fu utilizzato per il terremoto dell'Aquila. 

- SERVIZI DI COPERNICO. L'unica richiesta italiana finora inoltrata al Centro di coordinamento per la risposta alle emergenze della Commissione Ue, che è stato in contatto con la Protezione civile italiana sin dalla scorsa notte, è l'accesso al Servizio di gestione delle emergenze di Copernico. La richiesta riguarda le mappe satellitari per la valutazione dei danni di Amatrice e Accumoli, ma può essere estesa alle altre aree colpite dal sisma nel corso delle prossime ore.

 
Nuova campagna "Tutti condividiamo gli stessi sogni"

La Commissione ha presentato un "Elenco di azioni per far progredire l'uguaglianza delle persone LGBTI", per il periodo 2016-2019, finalizzato a combattere la discriminazione nei confronti di queste persone e che prevede attività di comunicazione e di sensibilizzazione per migliorare l’accettazione sociale di questo gruppo. L'elenco di azioni della Commissione è sostenuto dal Consiglio, che a giugno 2016 ha adottato per la prima volta conclusioni del Consiglio in questo ambito. La Commissaria Jourová ha dichiarato: "Alla luce di livelli di discriminazione crescenti, i politici devono far sentire la propria voce a tutela dei diritti dei gruppi più vulnerabili della società. La nostra campagna mira a contribuire a migliorare l’equità, l’accettazione sociale e la parità di diritti delle persone LGBTI in Europa e coinvolgerà le parti interessate a tutti i livelli, dalle ONG alle autorità nazionali ai media."

L'ultima indagine Eurobarometro sulla discriminazione (2015) indica che secondo il 60% dei cittadini dell'UE la discriminazione fondata sull'orientamento sessuale e sull'identità di genere è un fenomeno diffuso, una tendenza in aumento dal 2012. Inoltre secondo l'ultima indagine dell'Agenzia dell'UE per i diritti fondamentali, una persona LGBTI su tre sarebbe stata attaccata o minacciata con violenza a causa della sua sessualità. È in questo contesto che la Commissione avvia la propria campagna.

http://ec.europa.eu/justice/discrimination/orientation/awareness-raising/index_it.htm

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 77

Cerca nel sito

Sondaggi EDiC Te

Cinque scenari sul futuro dell'Europa

Il Libro Bianco sul Futuro dell'Europa delinea cinque scenari, ognuno dei quali fornisce uno spaccato di quello che potrebbe essere lo stato dell'Unione da oggi al 2025.
Qual è più adatto per far fronte alle sfide interne ed esterne dell’Unione europea?

» Vai al sondaggio »
Il sondaggio è chiuso da giorno Lunedì, 31.Luglio 2017 (00:00)!

jVS by www.joomess.de.

Archivio Sondaggi

Cinque scenari sul futuro dell'Europa
Il Libro Bianco sul Futuro dell'Europa delinea cinque...
564
Fonti di informazione
L'informazione sull'attività dell'Unione Europea la...
541
Conoscenza dell'UE
Quanto ritiene di essere informato sull'Unione europea?
503

jVS by www.joomess.de.

EDiC TE 2.0

EDIC TE Web TV

Visite giornaliere


Visite ieri:108
Visite mensili1795
Pagine visitate oggi:0
Pagine visitate questo mese:59171

Login Europa Network