Europe Direct Abruzzo Nord Ovest
 

Europe Direct Abruzzo Nord-Ovest

Centro di Informazione della Commissione Europea

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Europe Direct Abruzzo Nord Ovest

IMI: è online il nuovo servizio di orientamento per cittadini, amministrazioni ed enti

CittadiniL’ottimo  risultato italiano è emerso nel recente incontro del Gruppo di lavoro della Commissione europea composto dai funzionari degli Stati membri competenti sui temi del mercato interno (IMAC - Internal Market Advisory Committee), riunito a Bruxelles il 16 giugno scorso per fare il punto sullo stato di attuazione del sistema IMI, previsto dagli artt. 28-36 della Direttiva Servizi [.pdf - 216 Kbyte] per migliorare la cooperazione tra le amministrazioni degli Stati membri.

Il sistema IMI è uno strumento elettronico multilingue che permette contatti regolari e scambio di informazioni tra gli Stati membri nell’attuazione delle Direttive qualifiche e servizi, nel quadro della legislazione sul mercato interno. La libera circolazione di merci, servizi, persone e capitali si basa infatti su un quadro giuridico armonizzato a livello europeo. Il compito di attuare la normativa e garantirne l’osservanza spetta, nella pratica, alle numerose autorità pubbliche che operano a livello  regionale e nazionale.

Pur essendo il sistema accessibile unicamente alle autorità competenti registrate, il nuovo servizio di helpdesk - disponibile sul sito del Dipartimento Politiche Comunitarie, cui fa capo il coordinamento nazionale -  permette a cittadini (consumatori, prestatori di servizi), amministrazioni ed enti non registrati nel sistema di ottenere indirizzi e orientamento, e accedere a informazioni relative all’applicazione della normativa vigente.

Leggi tutto...
 

Economia ed investimenti

EconomiaLa Commissione  europea e le imprese investiranno 3,2 miliardi di euro nella ripresa economica a favore di un'economia futura più forte, più verde e più competitiva

La Commissione  europea e le imprese hanno annunciato oggi la prima tornata di inviti a presentare proposte per progetti di ricerca che inietteranno 268 milioni di euro in tre settori di mercato fondamentali al fine di stimolare la ripresa economica e renderla più sostenibile e basata sulla conoscenza. Una somma complessiva di 3,2 miliardi di euro è stata stanziata per partenariati pubblico-privato (PPP) volti a sviluppare nuove tecnologie nei settori dell'industria manifatturiera, della costruzione e dell'automobile. Queste collaborazioni tra la Commissione e le imprese promuoveranno la competitività delle imprese europee a livello mondiale, ridurranno l'eccessivo consumo di energia degli edifici europei, che producono un terzo delle emissioni di CO 2 dell'UE, e svilupperanno nuove forme sostenibili di trasporto su strada. I tre partenariati previsti fanno parte del piano europeo di ripresa economica della Commissione, approvato dal Consiglio europeo nel dicembre del 2008, inteso a promuovere la convergenza dell'interesse pubblico e dell'impegno delle imprese per la ricerca.

Leggi tutto...
 

Nuova legislatura al via

ParlamentoIl polacco Jerzy Buzek è il nuovo presidente del Parlamento europeo

Si inizia oggi e si va avanti fino a giovedì: la prima seduta plenaria del nuovo Parlamento europeo, eletto a suffragio universale, ha da subito un'agenda fitta di questioni importanti e di attualità. Si comincia con l'elezione del presidente e dei vicepresidenti, poi si votano gli altri organi e la composizione delle commissioni parlamentari. Ecco tutti i momenti chiave della seduta che influenzerà i prossimi 5 anni dell'Unione europea.

Elezione del Presidente

Sarà il popolare polacco Jerzy Buzek, del Partito Popolare Europeo, a coordinare i lavori dell'Aula per i prossimi due anni e mezzo. Con 555 voti favorevoli, Buzek è il primo rappresentante dell'Est Europa a presiedere una istituzione europea. In giornata si sceglieranno anche i 14 vicepresidenti.

Leggi tutto...
 

UE lancia microcredito contro la disoccupazione

MicrocreditoLa Commissione europea ha proposto oggi di istituire un nuovo strumento di microfinanza per fornire microcrediti alle piccole imprese e alle persone che hanno perso il lavoro e intendono avviare in proprio una piccola impresa. Solo quest'anno, secondo le previsioni, la crisi economica comporterà la perdita di 3,5 milioni di posti di lavoro nell'UE.

Lo strumento avrà una dotazione iniziale di 100 milioni di euro che potrebbero lievitare a più di 500 milioni di euro nell'ambito di un'iniziativa congiunta con istituzioni finanziarie internazionali, in particolare la Banca europea per gli investimenti (BEI). Ciò potrebbe tradursi in circa 45mila prestiti in un periodo massimo di 8 anni. Il nuovo strumento costituisce una delle azioni annunciate il 3 giugno nella comunicazione della Commissione: "Un impegno comune per l'occupazione".

Nell'UE per microcredito si intendono prestiti di valore inferiore a 25mila euro. Lo strumento ha la vocazione di aiutare le microimprese che danno lavoro a meno di 10 persone (91% di tutte le imprese europee) e le persone disoccupate o inattive che intendono diventare lavoratori autonomi ma non hanno accesso ai tradizionali servizi bancari. Il 99% delle nuove imprese create in Europa sono microimprese o piccole imprese e un terzo di esse è creato da disoccupati.

La proposta della Commissione sarà discussa nell'ambito della procedura di codecisione dagli Stati membri e dai ministri riuniti in sede di Consiglio (con votazione a maggioranza qualificata) e dal Parlamento europeo. La Commissione si attende che il nuovo "strumento di microfinanziamento Progress" sia operativo nel 2010.

Per saperne di più:

http://ec.europa.eu/social/main.jsp?langId=it&catId=89&newsId=547&furtherNews=yes

 


Ente Ospitante

Europe Direct Contact Centre

Prodotti multimediali EDIC

Pubblicazioni

Links utili

Presidenza Consiglio UE Romania

Elezioni europee 2019

Europa.eu

Lavorare in Europa

Corpo Europeo di Solidarietà

Servizio Volontario Europeo


English French German Russian Spanish

Cerca nel sito

Sondaggi EUROPE DIRECT

Conoscenza dei diritti

Quale dei seguenti diritti di cittadino europeo vorresti conoscere meglio?

» GO_TO_POLL »
VOTESCHONVORBEI

jVS by www.joomess.de.

Archivio Sondaggi

Conoscenza dei diritti
Quale dei seguenti diritti di cittadino europeo vorresti...
749
Competenze UE
In quali delle seguenti materie vorresti che l'UE avesse...
762
Efficacia politiche europee
Quale delle seguenti politiche europee ritieni più...
744
Mezzi di comunicazione
Quale dei seguenti mezzi ritieni più efficaci per...
889

jVS by www.joomess.de.

EUROPE DIRECT 2.0

Studio Europa

Login Rete Europe Network